Abside

Data di inserimento: Lun, 09/30/2002 - 02:00
Segnatura: VE-I-VC-0058
  • AD Studio Silvano Ferraris (1999)

    AD Studio Silvano Ferraris (1999)

Rilievi grafici: 

Pianta: a

Sezione A-A: a

Interno: 
Si
Collocazione: 
Commento: 

Nell'abside è visibile la Madonna d'Oropa, fatta dipingere da Pietro Casaccia nel 1853, mentre a sinistra sono gli antichi affreschi del Cinquecento venuti alla luce per il distacco degli intonaci. Nel filatterio in alto al centro è l'iscrizione ottocentesca: 1527 RI (STAURATA / DIPINTA) D.A P (IETRO) C (ASACCIA). Essa riporta la data degli antichi affreschi cinquecenteschi e le iniziali di Pietro Casaccia che fece ridipingere la cappella. Si noti il frammento di cornice verticale, a doppio filetto bianco e rosso, con difficoltà visibile in basso, appartenente al dipinto del Cinquecento: questo particolare induce a pensare che la composizione non fosse simmetrica (alla sinistra della Vergine non erano dipinte due figure di santi come alla destra) e che l'affresco quindi non occupasse l'intera abside.

Bibliografia: 
Firma: 
Donata Minonzio
Scheda convalidata: 
si