Arc triomphal et abside

Date de publication: jeu, 01/01/2004 - 01:00
Cote: VE-I-VC-0010
  • AD Studio Silvano Ferraris (2003)
    AD Studio Silvano Ferraris (2003)
Graphique: 

Plan: a

Intérieur: 
Oui
Commentaire: 

La scarsissima documentazione inerente questa Cappella non permette di stabilire se la decorazione pittorica fu originariamente estesa almeno anche all'abside o se non fu mai realizzata: nel 1616 viene infatti precisamente indicata l'assenza di qualsiasi immagine sacra nell'abside dove era solo un piccolo altare, mentre è specificato "supra hemyciclum est depicta imago Annunciationis B. Virginis" (ASDN, I, A. V. 1616, vescovo Taverna, t. 98, f. 14r). Successivamente, secondo gli ordini del vescovo Taverna, fu tolto l'altare e nel 1625 fu dipinta nell'abside l'immagine dei santi titolari, affresco attribuito a Cristoforo Martinolio detto il Rocca.

Notes: 

La scarsissima documentazione inerente questa Cappella non permette di stabilire se la decorazione pittorica fu originariamente estesa almeno anche all'abside o se non fu mai realizzata: nel 1616 viene infatti precisamente indicata l'assenza di qualsiasi immagine sacra nell'abside dove era solo un piccolo altare, mentre è specificato "supra hemyciclum est depicta imago Annunciationis B. Virginis" (ASDN, I, A. V. 1616, vescovo Taverna, t. 98, f. 14r). Successivamente, secondo gli ordini del vescovo Taverna, fu tolto l'altare e nel 1625 fu dipinta nell'abside l'immagine dei santi titolari, affresco attribuito a Cristoforo Martinolio detto il Rocca.

Bibliographie: 
Signature: 
Donata Minonzio
Iconographie: 
Validation scientifique: 
oui